Michela Isalberti

Organizzazione del lavoro

La gestione ordinaria del personale nelle realtà di minori dimensioni viene spesso associata ad adempimenti esclusivamente amministrativi: “fare le paghe”.
E’ in atto una profonda evoluzione della materia che porta a ripensare la relazione datore di lavoro – lavoratore.

Le posizioni lavorative tendono ad essere sempre più a media-alta qualificazione e la manualità è sostituita con l’automazione.

Il lavoro subordinato ha spesso le caratteristiche tipiche del lavoro autonomo come la flessibilità dell’orario di lavoro e dei luoghi di svolgimento della prestazione e l'orientamento ai risultati.
La sempre maggiore mobilità dei “Knowledge Worker” e la diffusione dello Smartworking, l’utilizzo crescente dei dispositivi mobile e dei Social Network, l’ingresso dei Millennials nel mondo del lavoro, la connessione costante dei nativi digitali, un’attenzione sempre maggiore alla conciliazione vita-lavoro Work Life Balance, sono tra i primari fattori che portano a rivedere molti aspetti della relazione datore di lavoro - lavoratore.

Ripensare l'organizzazione del lavoro digitale diventa un elemento centrale nel processo di innovazione digitale anche per le realtà di piccole dimensioni, PMI e studi professionali.

La gestione ordinaria del personale nelle realtà di minori dimensioni viene spesso associata ad adempimenti esclusivamente amministrativi: “fare le paghe”.
E’ in atto una profonda evoluzione della materia che porta a ripensare la relazione datore di lavoro – lavoratore.

Le posizioni lavorative tendono ad essere sempre più a media-alta qualificazione e la manualità è sostituita con l’automazione.

Il lavoro subordinato ha spesso le caratteristiche tipiche del lavoro autonomo come la flessibilità dell’orario di lavoro e dei luoghi di svolgimento della prestazione e l'orientamento ai risultati.
La sempre maggiore mobilità dei “Knowledge Worker” e la diffusione dello Smartworking, l’utilizzo crescente dei dispositivi mobile e dei Social Network, l’ingresso dei Millennials nel mondo del lavoro, la connessione costante dei nativi digitali, un’attenzione sempre maggiore alla conciliazione vita-lavoro Work Life Balance, sono tra i primari fattori che portano a rivedere molti aspetti della relazione datore di lavoro - lavoratore.

Ripensare l'organizzazione del lavoro digitale diventa un elemento centrale nel processo di innovazione digitale anche per le realtà di piccole dimensioni, PMI e studi professionali.

Aree di Attività

People Management

Cosa significa People Management ovvero “gestione delle persone”?

Coinvolgere e responsabilizzare le persone in azienda e nello studio professionale attraverso nuovi strumenti di partecipazione economica e sociale, nuovi modelli di organizzazione del lavoro, la comunicazione digitale, a costi sostenibili a portata di PMI.

La persona con le sue conoscenze, motivazioni e competenze è al centro dei processi di innovazione e di cambiamento che stanno trasformando l’attuale contesto economico sociale (counseling aziendale).